Home Miscellanea Misure governative per la prevenzione e il contenimento della diffusione del Coronavirus

Misure governative per la prevenzione e il contenimento della diffusione del Coronavirus

103
0

Abbiamo riassunto alcune delle misure previste nell’ultimo decreto governativo per la prevenzione e il contenimento della diffusione del Coronavirus.

DECRETO PRESIDENTE CONSIGLIO DEI MINISTRI 8 MARZO 2020

MISURE PER CONTRASTO E CONTENIMENTO SU TUTTO IL TERRITORIO NAZIONALE (Art. 2)

Su tutto il territorio nazionale sono sospese le seguenti attività:

⁃ Congressi, riunioni ed eventi di ogni tipo

⁃ Manifestazioni, eventi e spettacoli di ogni tipo inclusi cinema e teatro

⁃ Pub, scuole di ballo, sale giochi e scommesse, discoteche e simili (pensa la sospensione dell’attività)

⁃ Musei e istituti di cultura

⁃ Eventi e gare sportive

⁃ Scuole di ogni ordine e grado

⁃ Cerimonie civili e religiose, comprese quelle funebriBar e ristoranti hanno l’obbligo di far rispettare la distanza di 1 m (pena la sospensione dell’attività).

Per tutti gli altri esercizi commerciali si raccomandano misure organizzative che consentano di mantener la distanza interpersonale di 1 m.Palestre, piscine e altri centri sportivi ammessi esclusivamente se possono garantire la distanza di 1 m.

Gli accompagnatori dei pazienti non possono permanere nelle sale di attesa del pronto soccorso.L’accesso di visitatori negli ospedali è limitato ai casi decisi dalla struttura sanitaria.

Si raccomanda ai datori di lavoro di favorire la fruizione di periodo di congedo ordinario o di ferie.

Apertura chiese e luoghi di culto è ammessa a patto che garantisca distanza interpersonale di 1 m.

Divieto assoluto di mobilità dalla propria dimora per soggetti sotto quarantena o positivi al virus.

MISURE DI INFORMAZIONE E PREVENZIONE SU TUTTO IL TERRITORIO NAZIONALE (Art. 3)

Si raccomanda:

⁃ alle persone anziane o affette da malattie croniche o immunodepresse di evitare di uscire dalla propria abitazione se non strettamente necessario e di evitare luoghi affollati in cui non si mantiene la distanza di 1 m da altre persone.

⁃ di limitare gli spostamenti delle persone fisiche se non strettamente necessario  ⁃ ai chi ha sintomi da infezione respiratoria e febbre maggiore di 37,5°C di restare presso il proprio domicilio, limitare al massimo i contatti sociali e contattare il proprio medico di base.
In tutte le scuole e nelle pubbliche amministrazioni sono esposti le informazioni di prevenzione igienico sanitarie contenute in questo decreto.

Sindaci e e associazioni promuovono la diffusione delle informazioni per la prevenzione anche presso gli esercizi commerciali.

Ai comuni, enti territoriali, associazioni sportive e culturali, si raccomanda di offrire offerta alternativa di attività all’aperto, senza assembramento o a domicilio. Nelle pubbliche amministrazioni e in tutti i locali aperti al pubblico vengono messi a disposizione di addetti, utenti e visitatori, soluzioni disinfettanti per le mani.

Le aziende di trasporto pubblico realizzano santificazione straordinaria dei mezzi.

Chiunque sia entrato in Italia nei 14 giorni prima della pubblicazione del decreto da una delle zone a rischio identificate dall’Organizzazione mondiale della sanità lo deve comunicare all’Asl competente o al proprio medico/pediatra o ai numeri verdi di sanità pubblica di base al fine di attivare il protocollo per la prescrizione della permanenza domiciliare (“quarantena”).

L’isolamento domiciliare prevede:

⁃ stato di isolamento per 14 giorni

⁃ Divieto di contatti sociali, di spostamenti e viaggi

⁃ Obbligo di rimanere raggiungibile 

In caso di comparsa dei sintomi la persona in sorveglianza deve:

⁃ avvertire il medico curante/pediatra

⁃ Indossare la mascherina fornita e allontanarsi dai conviventi

⁃ Rimanere nella propria stanza con la porta chiusa garantendo adeguata ventilazione in attesa di eventuale trasferimento in ospedale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.