Home Uncategorized INTERROGAZIONE CONSILIARE A RISPOSTA SCRITTA SU PROGETTO PUBBLICO “ACCUMULATORE DELLE EMOZIONI”

INTERROGAZIONE CONSILIARE A RISPOSTA SCRITTA SU PROGETTO PUBBLICO “ACCUMULATORE DELLE EMOZIONI”

488
0

La Giunta Comunale di Praiano vorrebbe affidare a dei giovani la gestione dell’opera pubblica “accumulatore delle emozioni”.

Quest’opera dovrebbe essere consegnata agli aggiudicatari del bando, parzialmente completata,così come riportato dai documenti, cosa che ad oggi non è.

Inoltre sulla proprietà dove insiste l’opera , così come riportato in una ordinanza comunale, insiste un’opera abusiva, che ,se non demolita o altro, potrebbe comportare magari il sequestro del cantiere.

Noi auspichiamo che chi si aggiudicherà il bando possa lavorare in tranquillità, anche perché , da quanto riportato nella manifestazione di interesse,trattasi di giovani.

Qui di seguito il testo della nostra interrogazione.

Il giorno 05/02/2019 alle ore 07:15.

Al Sindaco del Comune di Praiano
sig. Giovanni Di Martino
PEC: protocollo.praiano@asmepec.it

Alla Giunta del Comune di Praiano
PEC: protocollo.praiano@asmepec.it

E p.c.

Alla Giunta Regionale della Campania
Direzione Generale Autorità di Gestione Fondo Sociale Europeo e Fondo per lo Sviluppo e la Coesione
PEC: dg.501300@pec.regione.campania.it

Alla Soprintendenza BeAP per le province di Salerno e Avellino
PEC: mbac-sabap-sa@mailcert.beniculturali.it

Alla Corte dei Conti – Sezione regionale di controllo
PEC: campania.controllo@corteconticert.it

Oggetto: Interrogazione consiliare a risposta scritta su progetto pubblico “L’Accumulatore delle Emozioni” – Comune di Praiano (SA)

I sottoscritti Fiorella Fusco, Diego Cuccurullo e Arturo Terminiello, in qualità di consiglieri comunali per il Movimento 5 Stelle nel Comune di Praiano (SA), organizzazione politica senza scopo di lucro:

PREMESSO CHE
— con Delibera di G.C. n°193 del 06.12.2007 è stato approvato il Progetto Definitivo ed Esecutivo relativo agli “Riqualificazione urbanistica Area urbana Costantinopoli – Muriciello – Cella Progetto “Accumulatore delle Emozioni”;
— con determina del Responsabile del servizio n. 108 del 07.12.2007 R.G. n. 316 del 14.12.2007 è stata indetta la gara mediante procedura ristretta semplificata ed è stato costituito l’ufficio direzione lavori interno per l’appalto dei lavori di cui sopra;

— con determina del Responsabile del servizio n. 11 del 07.02.2008 R.G. n. 18 del 08.02.2008 è stato approvato il verbale di gara esperita in data 31.12.2007 ed i lavori in oggetto sono stati aggiudicati alla impresa Natale Orazio con sede legale in Casal Di Principe (CE) al Corso Umberto I, n. 551 con il ribasso pari al 34,10% per un importo netto di aggiudicazione pari ad € 350.047,73 oltre IVA per lavori, di cui € 20.317,63 per oneri di sicurezza non soggetti a ribasso;
— con contratto d’appalto rep. N. 912 del 03.12.2008 sono stati affidati i lavori all’Impresa Natale Orazio;

— con determina R.G. n. 145 del 24.06.2009 è stato riapprovato il quadro economico ed è stato nominato il collaudatore in corso d’opera;

— con determina R.G. n. 166 del 15.07.2009 è stato riapprovato il quadro economico;— con determina R.G. n. 228 del 07.10.2009 è stato affidato l’incarico di condirettore dei lavori all’Ing. Pierluigi Califano;
— con determina R.G. n. 227 del 07.10.2009 si prendeva atto delle dimissioni del collaudatore in corso d’opera Ing. Remo Pacilio e contestualmente si provvedeva alla sostituzione con nuovo affidamento d’incarico all’Ing. Cinque Claudio;

— con determina R.G. n. 264 del 19.11.2009 è stato riapprovato il quadro economico post gara;

— con determina R.G. n. 51 del 15.02.2010 è stato approvato il I S.A.L. per un importo complessivo di €. 145.480,06;

— con determina R.G. n. 88 del 14.04.2010 è stata rettificata la data di conclusione dei lavori del I SAL;

— con determina R.G. n. 120 del 20.07.2011 è stato approvato il II S.A.L. per un importo complessivo di €. 135.089,31;

— con delibera di G.C. n. 124 del 19.07.2011 è stata approvata una perizia di variante;
— con determina R.G. n. 197 del 11.10.2011 è stata integrata la perizia di variante approvata con Delibera di Giunta Comunale n. 124 del 19.07.2011;

— con deliberazione del Consiglio Comunale n. 30 del 11.10.2012 è stata riapprovato un nuovo quadro finanziario per un importo di € 393.170,74 per lavori inclusi oneri per la sicurezza, oltre somme a disposizione, pari ad €196.406,23, per un importo complessivo pari ad € 589.576,97;
— con determina R.G. n. 102 del 15.04.2013 è stato approvato il III S.A.L. per un importo di € 60.151,14 oltre IVA al 10% per un totale di € 66.166,25;
— con determina di Giunta Comunale R.G. n.145 del 28.11.2014 è stata approvata una nuova perizia di completamento, per un importo al lordo del ribasso d’asta di complessivi € 616.706,33 per lavori, al netto del ribasso d’asta del 34.10% di € 406.409,47, oltre oneri per la sicurezza non soggetti a ribasso pari ad € 20.317,63, oltre somme a disposizione, pari ad €. 201.993,87, per un importo complessivo pari ad € 628.720,97, spesa entro nell’importo posto a finanziamento di € 745.000,00;
— la citata perizia di completamento ha determinato un’aumento dell’importo dei lavori dell’appalto rispetto al contratto N. 912 del 03.12.2008 da €. 316.340,78 ad € 406.409,47, oltre oneri per la sicurezza non soggetti a ribasso pari ad € 20.317,63, per un importo complessivo di €. 426.727,10, con un aumento in percentuale rispetto all’appalto originario pari al 26,7538%;
— con determina R.G. n. 89 del 18.12.2014 è stato approvato il IV S.A.L. per un importo complessivo di € 67.763,91 oltre IVA al 10% per un totale di € 74.540,30;
— con ordinanza n.16 del 24.08.2016 prot. n. 6977, relativa relazione in atti prot. prot.6699 del 09/08/2016, il Responsabile dell’Ufficio Tecnico ha ordinato e ingiunto la demolizione di lavori abusivi e il ripristino dello stato dei luoghi per opere abusive realizzate su richiesta di un privato sulla proprietà pubblica comunale interessata dal progetto di cui alla presente interrogazione;

VISTO CHE
— la Giunta della Regione Campania – Direzione Generale Autorità di Gestione Fondo Sociale Europeo e Fondo per lo Sviluppo e la Coesione — ha sollecitato il Comune di Praiano a chiudere i lavori con nota prot. n. 2018.0067167 del 30.01.2018 ed inviare entro i 15 giorni successivi la documentazione richiesta per chiudere l’intervento;
— con nota prot. 1291 del 01.02.2018 il Responsabile dell’Ufficio Tecnico ha richiesto al Sindaco che la direzione dei lavori sia svolta da un tecnico esterno;
— con determina R.G. n. 139 del 27.06.2018 è stato affidato, con procedura di affidamento diretto, l’incarico di Direttore dei lavori Architettonico ad un professionista esterno, arch. Caccavale Francesco, per una durata di 90 giorni a fronte di un corrispettivo di € 5.940,00 oltre IVA e contributi previdenziali, motivando la scelta a causa di eccessivo carico di lavoro del Responsabile comunale dell’Ufficio Tecnico e carenza di personale da parte dell’Ufficio Tecnico;
— con delibera di G.C. R.G. n. 90 del 22.10.2018 la Giunta comunale ha dato atto di indirizzo all’Ufficio Tecnico di avviare un’indagine di mercato volta ad acquisire una manifestazione di interesse per la concessione in uso del locale punto ristoro con annesso solarium della struttura per 9+9 anni, senza annessi posti auto come invece precedentemente stabilito nel 2012;

CONSIDERATO CHE
— il contributo già erogato dalla Regione Campania ammonta a €367.253,32, con l’ultimo pagamento effettuato il 04/12/2014;
— i lavori risultano tutt’oggi sospesi;
— in considerazione dell’ultima perizia di completamento risultano somme disponibili per circa €203.000,00;

— il Comune di Praiano è ad oggi ancora vincolato con la ditta affidataria in relazione agli obblighi di contratto secondo rep. N. 912 del 03.12.2008;
— i lavori edilizi previsti nel progetto non risultano ad oggi completati;
— dalla documentazione in nostro possesso e da sopralluogo sul posto, il progetto esecutivo non sembra corrispondere all’attuale stato di fatto, in considerazione ad esempio della diversa posizione e conformazione della struttura ristoro, alla sostituzione dei pali di castagno con travi lamellari, all’installazione di tegole di tipo “marsigliesi” non in linea con le prescrizioni del PUT, titolo 4^, alla presenza pilastri apparentemente non in asse con quelli inferiori, alla presenza di prolungamenti in muratura alle due estremità della struttura punto ristoro;
— gli abusi edilizi di cui all’ordinanza n.16/2016 prot.6977 risultano tutt’oggi insistenti sul suolo comunale;

INTERROGANO IL SINDACO E LA GIUNTA
— per sapere quali somme sono state già pagate, rispettivamente, con fondi regionali e comunali per l’esecuzione del progetto;
— per conoscere eventuali somme ancora da corrispondere alla ditta per lavori già effettuati
— per conoscere i lavori ancora da completare in capo alla ditta, i tempi previsti e gli importi previsti
— per conoscere come intende tutelarsi l’Ente per evitare di esporsi a possibili azioni legali per risarcimento danni da parte della ditta appaltatrice e dei concessionari dei box auto già assegnati
— per conoscere se il collaudo strutturale è già stato redatto e depositato, in considerazione del fatto che l’ultimo collaudatore in corso d’opera cui è stato affidato l’incarico, ing. Claudio Cinque, non esercita più attività professionale da alcuni anni
— per conoscere se eventuali modifiche al progetto esecutivo sono state comunicate alla Regione Campania e alla Soprintendenza di Salerno con varianti regolarmente approvate
— per sapere la ragione per cui nell’avviso di manifestazione di interesse sono previsti lavori edilizi a carico del privato affidatario considerato che il progetto approvato e finanziato dalla Regione Campania prevede la consegna di lavori completi dal punto di vista edilizio (fatti salvi gli arredi che spettano all’eventuale affidatario)
— come intendono procedere rispetto alla presenza di opere edilizie abusive sul territorio comunale oggetto di ordinanza del 2016 mai ottemperata 
— quali interventi e controlli ha operato l’Amministrazione dal 2014 (anno di pagamento dell’ultimo e IV S.A.L.) fino alla notifica di sollecito chiusura lavori da parte della Regione Campania datata 30.01.2018
— quali tempistiche prevede l’Amministrazione per chiudere i lavori e gli adempimenti amministrativi ancora in sospeso prima di procedere all’affidamento a terzi.

Si richiede risposta scritta.

Cordiali saluti

I consiglieri comunali M5S

Fiorella Fusco
Diego Cuccurullo
Arturo Terminiello

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.