Home Miscellanea Tragedia annunciata a Praiano

Tragedia annunciata a Praiano

172
0

A Praiano il 2018 è iniziato nel peggiore dei modi, purtroppo.

E’ assurdo che a distanza di pochi anni si ripeta un dramma nelle stesse modalità che già avevano causato il decesso di un’altra turista in via Terramare. Praiano non vuole essere ricordato come un luogo in cui la tragedia sta dietro l’angolo ma essere ricordato per le sue bellezze naturali, la sua tranquillità, la calorosa ospitalità dei suoi abitanti.

Ci chiediamo perché quella zona, notoriamente pericolosa in caso di maltempo e mareggiate, sia ancora sprovvista di barriere contenitive, cartelli ben visibili multilingue, transenne che in caso di maltempo segnalino chiaramente il pericolo.

C’è un senso di responsabilità che va al di là del codice penale, se siamo certi che in qualche zona ci sia un pericolo, deve essere necessariamente presa una contromisura e i necessari provvedimenti per arginarlo. La probabilità può essere minima, ma è pur sempre un rischio per l’incolumità delle persone. Il costo di una vita umana non è quantificabile, e ogni spesa fatta per la sicurezza è un discorso di civiltà.

Abbiamo anche altre situazioni di pericolo in paese, più volte segnalate, ad esempio alla Gavitella e in via Pistiello III, e lì continuiamo a sfidare la fortuna.

Attendiamo che gli inquirenti accertino eventuali responsabilità. Ma non ci sembra normale che le situazioni inaccettabili vengano risolte solo dopo la spinta della magistratura (vediamo il caso del depuratore).

Inoltre, ci sono delle attività commerciali che operano nella zona della Praia con molto successo durante i mesi estivi. Potrebbero essere coinvolti nella gestione della sicurezza cooperando con l’Amministrazione in termini di mezzi, risorse umane e protocolli operativi.

Ringraziamo tutti coloro che sono prontamente intervenuti, i cittadini praianesi, le forze dell’ordine e i soccorsi.

Le nostre più sentite condoglianze vanno ai familiari e al marito della vittima, siamo vicini nel loro dolore.